Nella fresca e verde cornice del Parco Nazionale dell’Alta Murgia sorge il B&B La Pineta, punto accoglienza Sentiero Italia CAI. Una villa con giardino, di recente restauro, nella piccola frazione di Quasano (BA) offre pernottamento e la colazione: ideale punto d’appoggio per gli amanti del trekking e per coloro che desiderano scoprire le bellezze della Puglia e della poco distante città di Matera, capitale europea della cultura 2019.

Abbiamo intervistato il titolare, Francesco Latrofa, che ci ha raccontato qualcosa di più sulla struttura e il territorio.

Il B&B si trova nel cuore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, quali sono le escursioni principali da percorrere?

Una delle escursioni più suggestive è quella nel bosco di Quasano, poco distante dalla struttura. Inoltre altre due molto interessanti sono al Sito Preistorico dell’Uomo di Altamura e al Parco dei Dinosauri di Altamura a 20 km.

Quanto è diffuso il turismo lento nel vostro territorio?

Il ciclo-escursionismo moltissimo: in prossimità della struttura passa la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese che con le sue centinaia di km, segue la dorsale del canale dell’acquedotto.

In futuro, potrebbe fungere da volano per lo sviluppo del turismo escursionistico nella zona?

Assolutamente sì, soprattutto la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese.

Siete punto accoglienza Sentiero Italia CAI, come avete scoperto l’iniziativa e perché avete scelto di farne parte?

Abbiamo ricevuto un’e-mail con la pubblicità del Sentiero.

Quali luoghi consigliereste agli ospiti della vostra struttura?

Sicuramente Matera, capitale europea della cultura 2019. Un luogo imperdibile, distante 50km, è il Castel del Monte, storica fortezza del XIII secolo, fatta costruire da Federico II di Svevia. Infine il Sito Preistorico dell’Uomo di Altamura.

Dal punto di vista della gastronomia, quali sono i prodotti tipici del territorio?

Un classico, le orecchiette con le cime di rapa e i cavatelli, una pasta tradizionale di Bari. Inoltre il territorio è ricco di bracerie, in quanto è molto diffuso il consumo della carne arrosto: un piatto tipico di Toritto è la cervellata, una salsiccia di carne e sangue di maiale che viene arrostita, è squisita!

Quali progetti avete sul territorio?

Al momento no. Il B&B ha solamente un anno di vita, dobbiamo maturare la giusta esperienza per progettare il futuro.

Grazie Francesco per le belle parole e la gentilezza.

Se vi siete persi le interviste ai Punti di Accoglienza, correte a leggere gli articoli.

Gestisci una struttura di ospitalità lungo il Sentiero Italia CAI?

Diventa anche tu  Punto Accoglienza  ufficiale