Agosto è stato il penultimo mese del Cammina Italia CAI 2019 e si è concluso con i panorami del Trentino. Una bellezza raccontata sul quaderno che contiene la memoria della staffetta da Anna Facchini, presidente della Sat-Trentino. “Sentiero Italia – tratto Trentino. La varietà del paesaggio affascina e in alcuni tratti lo sguardo rapito è catturato da rocce, ghiacciai, torrenti e boschi. Accompagna i pensieri nel loro affacciarsi alla mente”.

Il Sentiero Italia trentino

Sentiero Italia CAI, Cammina Italia CAI 2019, panorami del Trentino
Durante i giorni del Cammina Italia CAI 2019 in Trentino

È una prosa poetica espressa in un corsivo di facile lettura. Un azzurro della penna che sembra un po’ l’azzurro di un cielo di fine estate. Anna Facchini nel suo scrivere si concentrerà poi sulle sensazioni che regala l’escursionismo. Il rapporto tra l’azione e gli effetti psicofisici che essa ha su chi la compie. Tutto descritto in modo pregiato e quasi letterario: “Il respiro diventa regolare, ritma il camminare passo dopo passo, lasciando sensazioni di pace e di profumato silenzio”.

Nelle pagine precedenti alcuni stampati raccontano le tappe del Cammina Italia trentino. La prima tappa va dal Passo Tonale a Pejo. La seconda da Pejo a Fonti di Rappi. Segue la descrizione dell Sentiero Italia Cai trentino fatta da Franco Andreoni: “Il Sentiero Italia attraversa da ovest ad est il Trentino in 15 tappe (2 in più con le varianti alpinistiche). Passa nei gruppi montuosi Cevedale, Maddelene, Monti d’Anaunia, monti di Cembra, Lagorai, cima d’Asta, pale di San Martino, Bocche, Marmolada”. Andreoni poi racconta le differenze tra il tragitto anni Novanta e l’attuale: “Rispetto al tragitto originario del 1995, considerata la presenza di nuovi punti di appoggio, la Sat ha modificato l’ottava tappa, la decima tappa, prolungandola fino al Rifugio Potzamauer, l’undicesima dal rifugio Potzmauer a Molina di Fiemme passando per Grauno e Capriana e quindi abbreviando di una tappa il tratto trentino”.

Le tappe del Cammina Italia CAI

Sentiero Italia CAI, Cammina Italia CAI 2019, panorami del Trentino
Il Sentiero Italia CAI

Precisa anche la descrizione delle due tappe percorse in quei 24 e 25 agosto. “Con questa tappa di media lunghezza – da Passo Tonale a Pejo – e dislivello prevalentemente in discesa, il Sentiero Italia entra nella Provincia autonoma di Trento. Dal rifugio Bozzi una breve salita porta alla forcellina di Montozzo a 2613 metri di quota, dove inizia la lunga discesa verso il bacino artificiale del lago di Pian Palù. Si segue la riva settentrionale dell’invaso e con una salita poco impegnativa seguita da una discesa dolce si raggiunge l’abitato di Pejo dopo l’ultimo tratto di percorso lungo le piste da sci della località”.

La seconda tappa che da Pejo il 25 agosto ha portato gli escursionisti a Fonti di Rabbi è invece così descritta: “Una tappa lunga e caratterizzata dal dislivelo elevato porta in val Rabbi dall’abitato di Pejo. Ci si inoltra nella valle formata dal torrente noce bianco fino a raggiungere una strada carrozzabile. Si devia verso malga Ponte vecchio dove inizia una salita una salita che in quasi 1000 metri di dislivello porta al passo Cercen. Da qui scende verso val di Rabbi lungo un vallone selvaggio”.

Le poche pagine del Trentino-Alto Adige si chiudono con le parole di Carlo Alberto Zanella, vicepresidente altoatesino, che annuncia che la staffetta del 7 settembre in provincia di Bolzano non si terrà per un’imprevista nevicata. Scrive il presidente del Cai Alto Adige, l’ingegner Claudio Sartori: “Un grande saluto a tutti (…), Buon Proseguimento”.

Leggi anche l’articolo sul Cammina Italia CAI 2019 in Lombardia