Escursione TAM sul Sentiero Italia Cai – Parco Nazionale del Gran Sasso: Piano Racollo – Campo Imperatore

Trekking di 4 giorni attraverso paesi e paesaggi del Parco Nazionale del Gran Sasso d’Italia

 

In primavera le cime più alte del massiccio sono ancora abbondantemente innevate: è questo il momento giusto per percorrere le praterie di Campo Imperatore e ammirarne la splendida fioritura, nonché per visitare i borghi più belli dell’altopiano e camminare lungo i tratti del Sentiero Italia che li collegano: Castel del Monte, Santo Stefano di Sessanio e Calascio, con la sua famosa Rocca.

Programma

Sabato 30 maggio – Da Ofena a Castel del Monte. Trasferimento in bus da Pisa a Ofena (AQ) (7 ore circa). Ofena, il cui nome deriva dal latino Aufinum, sorge su un colle a 530 m nella Valle del Tirino, e rappresenta l’accesso più meridionale al Parco Nazionale del Gran Sasso. Qui iniziamo l’escursione salendo attraverso boschi di cerro. Nelle radure potremo osservare diverse varietà di Ophrys. Dopo circa 2 ore raggiungiamo nuovamente la statale 17bis, dove troveremo ad attenderci il bus per raggiungere Castel del Monte. Classificazione E, tempo di cammino 2 ore, dislivello 600 m. Se non sarà troppo tardi, sarà possibile per chi lo desidera proseguire a piedi fino a Castel del Monte. Attraversata la statale, il sentiero sale ancora fino ad un colletto che conduce nella valle dello Stincone, e quindi, in leggera discesa, fino al paese. A Castel del Monte ci sistemeremo presso l’Albergo Parco Gran Sasso, dove resteremo per tre notti, con trattamento di mezza pensione.

Domenica 31 maggio – Da Castel del Monte a Santo Stefano di Sessanio. Iniziamo a camminare dal centro del paese, salendo verso il Guado della Montagna, dove ci affacciamo su Campo Imperatore e sulle sue praterie fiorite, che attraversiamo fino a raggiungere il rifugio che sorge in località Piano Racollo. Classificazione E, tempo di percorrenza 4 ore, dislivello 200 m. E’ possibile effettuare una variante per la cresta del Monte Bolza (un tratto per esperti, un’ora di cammino e 300 m di dislivello in più). A Piano Racollo ritroveremo l’autobus, che ci porterà a Santo Stefano di Sessanio, pittoresco borgo dell’altopiano, e – dopo la visita – di nuovo a Castel del Monte. Facoltativamente sarà possibile proseguire fino a Santo Stefano a piedi, con 3 ore aggiuntive di cammino lungo il Sentiero Italia.

Lunedì 1° giugno – Da Piano Racollo all’Albergo di Campo Imperatore. Con il bus ritorniamo da Castel del Monte a Piano Racollo e riprendiamo il percorso del Sentiero Italia dirigendoci verso l’albergo di Campo Imperatore. Tocchiamo i ruderi di Santa Maria del Monte di Paganica e i laghetti di Passaneta e Barisciano. Saliamo ora sulle pendici del Monte Scindarella, fino a toccarne la vetta, alla quota di 2.233 m. Da qui godiamo di una splendida vista sul Corno Grande e sulla catena orientale. Infine in leggera discesa raggiungiamo l’albergo di Campo Imperatore. Classificazione E, tempo di percorrenza 5 ore, dislivello 600 m Dall’Albergo di Campo Imperatore ritorno in bus a Castel del Monte.

Martedì 2 giugno – Da Santo Stefano di Sessanio a Calascio. Con l’autobus raggiungiamo nuovamente Santo Stefano di Sessanio e da qui proseguiamo a piedi verso la Rocca di Calascio, la cui fondazione si fa risalire alla volontà di re Ruggero I d’Altavilla dopo la conquista normanna del 1140. Dopo la visita alla zona archeologica scendiamo al paese di Calascio dove ci attende il bus per il ritorno a Pisa in serata. Classificazione T/E, Tempo di percorrenza 3 ore, Dislivello 200 m

 

Referenti:
Roberto Dell’Orso – roberto.dellorso@pi.infn.it / cell. 347 5873496
Maria Gaudenzi – marialoretta.gaudenzi@gmail.com /cell. 338 7292536
Gaudenzio Mariotti – gaudenzio.mariotti@gmail.com / cell. 335 8298732

Per ulteriori informazioni contattare il Cai Pisa

Data

01 Giu 2020
Regioni

Organizzatore escursione

Sezione CAI Pisa