Nel cuore dell’Italia, al cospetto della Maiella e del Gran Sasso:

 online la quarta video pillola di “Linea 7000” –

Gian Luca Gasca in viaggio sul Sentiero Italia CAI

È online la quarta video pillola di “Linea 7000”, il progetto del giornalista Gian Luca Gasca, che va alla scoperta del Sentiero Italia CAI con l’intento di dimostrare come le nostre montagne e i sentieri siano avvicinabili utilizzando i mezzi pubblici. Dopo il trekking nel Parco dell’Etna, nelle Foreste Casentinesi e nel Parco del Pollino, saliamo nei massicci del centro Italia: protagonisti di questa puntata sono il Parco Nazionale di Abruzzo Lazio e Molise, il Parco della Maiella e il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Gasca questa volta è partito da Roma, da dove, con un treno e con un autobus, ha raggiunto Pescasseroli: qui ad aspettarlo c’era il meteorologo Filippo Thiery, che gli ha dato il benvenuto nel Parco Nazionale di Abruzzo Lazio e Molise. Una lunga escursione tra vaste piane e boschi per toccare poi le sponde del lago di Barrea e incontrare l’Accompagnatore di media montagna Andrea De Angelis, che gli ha mostrato il crinale di confine tra le tre regioni e l’area più ricca e abitata dalle specie selvatiche che rendono celebri il Parco: il lupo, l’orso e l’aquila reale.

Il giorno dopo con due autobus è giunto a Sulmona, ai piedi della Maiella, il massiccio lungo cui si snodano i Sentieri di Libertà, che coincidono in parte con il Sentiero Italia CAI. Quindi si è spostato a Campo di Giove, da dove ha camminato fino a Pacentro, percorrendo una tappa del Sentiero Italia CAI all’interno del Parco Nazionale della Maiella.

Un nuovo autobus per raggiungere Ofena e riprendere il cammino fino a Santo Stefano di Sessanio, entrando nel Parco Nazionale del Gran Sasso. A fargli da cicerone c’era Leonardo Pizzolo, un viticoltore veneto trapiantato in Abruzzo. L’ultimo pullman ha portato Gasca a L’Aquila, dove con due volontari della protezione civile ha visitato la città, rivivendo il dramma del terremoto del 2009. Con loro ha ripreso per un tratto il Sentiero Italia CAI, ha attraversato Campo Imperatore, ai piedi del Gran Sasso d’Italia, per arrivare al rifugio Duca degli Abruzzi e infine tornare a Roma.

 

Qualche numero?
Per compiere il suo viaggio nei grandi parchi nazionali del centro Italia, Gian Luca Gasca ha prodotto 31,39 kg di CO2. Se fosse spostato in automobile le emissioni sarebbero state 62,38 kg.

 

LA PRIMA VIDEO PILLOLA: IL PARCO DELL’ETNA

LA SECONDA VIDEO PILLOLA: LE FORESTE CASENTINESI

LA TERZA VIDEO PILLOLA: IL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO