A causa della pandemia di Covid-19, ci siamo accorti che è cambiato il target delle persone che visitano e soggiornano nel punto accoglienza di Erice, sul Sentiero Italia CAI. Gli stranieri, prima molto presenti in Sicilia, adesso arrivano in pochi, ma a luglio sono nuovamente in crescita ed apprezzano molto l’esperienza e l’accoglienza offerta in baita. Il turismo è diventato di prossimità e di breve durata”, racconta Vincenzo Fazio, reggente dell’omonima sottosezione in provincia di Trapani. La pandemia di Coronavirus e il lockdown non ha fermato i piani di sviluppo del Cai Erice nel punto accoglienza ed informazione turistica e prima tappa in Sicilia del Sentiero Italia.

Punto accoglienza di Erice, sul Sentiero Italia CAI
I lavori sulla terrazza del Punto accoglienza

In particolare i lavori di riqualificazione della terrazza esterna della baita che si affaccia a volo d’uccello sul golfo di monte Cofano, risultano offrire una location esclusiva di suggestiva e struggente bellezza. È stata realizzata ed è gestita col volontariato profuso dai soci che mostrano passione ed entusiasmo nell’iniziativa. L’area è dedicata al defaticamento degli escursionisti, dove possono riposare e trovare ristoro e relax, godere di panorami mozzafiato, usufruire del book crossing, dissetarsi con bibite fresche e snack energetici ed usufruire dei servizi catering offerti direttamente in baita dai ristoratori di Erice, che propongono specialità gastronomiche e le squisitezze della pasticceria conventuale ericina. La terrazza è stata adibita ad ospitare anche eventi culturali all’aperto connessi al tema della tutela dell’ambiente e laboratori di Montagnaterapia.

Punto accoglienza di Erice, sul Sentiero Italia Cai
Punto accoglienza di Erice, sul Sentiero Italia Cai

L’area interna è stata adibita per organizzare ed ospitare meeting, ed è operativo un desk infopoint dove si promuovono percorsi naturalistici di Erice e dei monti di Trapani, scaricabili online www.sicilitrekkingtour.it e con distribuzione di mappe free. Alla baita Cai Erice si può alloggiare nei letti a castello e in comode brandine nei tipici sacchi a pelo in dotazione agli escursionisti che vogliono pernottare in baita o in alternativa riservando alla reception si possono installare delle tende nella terrazza panoramica adiacente alla baita e usufruire dei servizi igienici e delle docce.

Il biglietto da visita del Sentiero Italia CAI

Punto accoglienza di Erice, sul Sentiero Italia CAI
All’interno della struttura

Nonostante tutto, il rifugio ha riaperto in sicurezza: i membri della sottosezione locale si occupano del servizio front office indossando mascherine. Allo stesso tempo gli ambienti vengono igienizzati periodicamente e gli ospiti della struttura devono indossare i dispositivi di sicurezza e lavarsi le mani con igienizzante prima di entrare. “Applichiamo tutte le misure di sicurezza necessarie per garantire la nostra salute e la sicurezza degli ospiti”, spiega Vincenzo Fazio.

I soci che gestiscono la struttura di Erice rivendicano con orgoglio il ruolo di punto accoglienza sul Sentiero Italia CAI. “Abbiamo potenziato in collaborazione con il Comune di Erice la segnaletica del Sentiero Italia all’interno del borgo, del bosco antico e lungo le mura elimo-puniche. Percorrere questi sentieri lungo i versanti del monte consente di concludere le escursioni con un tuffo rigenerante nel mare cristallino della costa trapanese, coniugando perfettamente montagna e mare. La baita diventa un luogo fondamentale: punto di arrivo della prima tappa SI e di partenza della seconda tappa che prosegue verso la riserva di Monte Cofano e dello Zingaro che offrono altre esperienze impareggiabili.”

Promuovere l’offerta turistica della baita significa promuovere anche, in parte, l’avvio del Sentiero Italia. “Per questo motivo abbiamo deciso di puntare molto sulla comunicazione online e sui social” e sui contatti online con altre Sezioni CAI. Allo stesso tempo, il nostro obiettivo è quello di realizzare progetti e iniziative in sinergia con le amministrazioni locali e con le realtà produttive del territorio circostante. Fare rete è fondamentale, soprattutto in questo momento”, spiega Fazio. Infine, la sottosezione punta molto sulla formazione di coloro che lavorano al front office. “In particolare, sulla conoscenza del territorio e delle sue peculiarità naturalistiche ed escursionistiche”, conclude.

Accoglienza SI: baitacaierice@gmail.com

Segreteria organizzativa CAI Erice: caiagroericino@gmail.com

Facebook: https://www.facebook.com/caierice

Vuoi sapere come diventare Punto d’Accoglienza sul Sentiero Italia? Leggi qui!