Il Presidente generale del CAI ha incontrato il Ministro degli Affari Regionali Boccia e il consigliere Borghi, mentre il Vicepresidente Quartiani è stato ricevuto dal Sottosegretario Mibact Bonaccorsi.

“Un’occasione per presentare l’attività sul campo che il Club alpino italiano realizza quotidianamente grazie a tutti i suoi volontari, spaziando dal Soccorso Alpino alla manutenzione dei sentieri, con particolare riferimento al ripristino del Sentiero Italia CAI. Quest’ultimo sta infatti diventando un punto di riferimento proprio per quello sviluppo della montagna che è una delle finalità essenziali del Ministero degli Affari Regionali, che si occupa del recupero delle marginalità, dando priorità a quelle delle Terre alte”.

Con queste parole il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti ha commentato il colloquio della delegazione del Club alpino con il Ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia di ieri mattina a Roma (avvenuto prima dell’incontro con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale). Insieme al ministro era presente l’on. Enrico Borghi, consigliere al ministero con delega alla montagna.

Sono stati illustrati alcuni progetti curati dal CAI per la valorizzazione della montagna italiana – ha sottolineato il ministro Boccia – e sono state focalizzate una serie di misure per il supporto alle iniziative del Club alpino italiano. Il 31 gennaio abbiamo convocato gli Stati generali della montagna e affronteremo tutti i temi legati alle aree interne e montane; da parte del governo c’è un impegno massimo per valorizzare la montagna italiana”.

Un incontro estremamente positivo”- conclude Torti – “abbiamo colto da parte del ministro Boccia e da parte dell’onorevole Borghi una grande attenzione e confidiamo che sia il preludio a forme di collaborazione in cui, attraverso l’attenzione di chi ha la responsabilità politica e la sensibilità di chi conosce le criticità del territorio, si possa dare avvio a proiezioni virtuose per il futuro”.

Sempre nella Capitale, l’altro giorno, il Vicepresidente generale Erminio Quartiani ha avuto un incontro, presso il Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo (Mibact) con l’onorevole Lorenza Bonaccorsi, Sottosegretaria di Stato del ministero. “Abbiamo verificato positivamente la disponibilità del ministero a reiterare il protocollo d’intesa con il Club alpino italiano”, commenta Quartiani. “Un documento che conterrà innanzitutto il sostegno e l’implementazione del Sentiero Italia CAI per quanto riguarda l’accoglienza, la sentieristica e la segnaletica, nonché la valorizzazione dei beni culturali lungo il percorso. Avremo poi la possibilità di estendere il GeoResq a tutti i frequentatori di cammini e dei sentieri in Italia, non solo del Sentiero Italia CAI”, aggiunge il Vicepresidente del CAI, che conclude: “Naturalmente potremo ulteriormente verificare la disponibilità del ministero attorno alla vicenda, ormai quasi conclusa da parte del Club alpino, dell’impegno relativo al Catasto nazionale dei sentieri”.