(SI D26S) Rifugio Colombè – Rifugio Città di Lissone in Val Adamè

10/11/2021 La tappa presenta qualche problema di percorribilità cui il CAI locale di concerto con la Comunità Montana della Valcamonica porrà rimedio con una passerella nella primavera 2022. Rimane comunque tutta percorribile anche se consigliata per escursionisti esperti. Prestare quindi la massima attenzione. Il Rif. Colombè è attualmente chiuso per ristrutturazione. Lunga e faticosa tappa che permette di collegarsi con l’Alta Via dell’Adamello saltando il difficile tratto dal rifugio Maria e Franco al rifugio Città di Lissone. Dal rifugio Colombè si raggiunge in breve l’omonima malga e si segue in discesa la mulattiera per le baite Saline (segnavia n. 117) fino a incrociare il sentiero n. 622 (ex 22) che attraversa i versanti occidentali e settentrionali (Sentiero dei Tre fratelli) del Monte Colombè e giunge al Lago d’Arno (mt. 1817). Con i sentieri 20A (in buona parte camminamento dell’ENEL in galleria) e 20 si guadagna il fondovalle della Val Saviore all’altezza della località Rasega. Si rimonta ora la valle lungo la strada fino alla malga Lincino, (in alternativa un comodo sentiero non segnato corre a fianco della strada intersecandola più volte) nei cui pressi si imbocca il sentiero n. 615 (ex 15) che sale con numerose svolte (Scale di Adamè) sul ciglio della Valle di Adamè, dove si trova il rifugio Città di Lissone.

Previous Track

Next Track

Top