(SI E52N) Bivacco Cingino – Rifugio Andolla

N.B. Prestare molta attenzione all'attraversamento del torrente prima dell'Alpe Camasco sopratutto quando c'è molta acqua. Non essendoci un ponte, è necessario guardarlo e in periodi di piogge abbondnati potrebbe risultare pericoloso.

Bivacco Cingino – Rifugio Andolla

NB In Val Loranco c'è un guado di un torrente che in alcuni periodi dell'anno potrebbe essere difficoltoso a causa della quantità d'acqua. Prestare attenzione. Una tappa di media lunghezza e dislivello ridotto che attraversa i versanti dell’alta Valle Antrona lungo il caratteristico tunnel tra le dighe del Lago Cingino e del Lago di Camposecco. Dal bivacco si attraversa la diga e ci si porta all’ingresso del tunnel. Si tratta di una galleria lunga 2 km e alta 1,80 metri circa che può presentarsi allagata da qualche centimetro di acqua e che è illuminata da luci temporizzate; è tuttavia fondamentale avere con sé una pila frontale. Dall’uscita si prosegue fino al Lago di Camposecco (qui c'è un bivacco con 12 posti) dove inizia una salita ripida, con l'aiuto di una catena, fino al valico delle Coronette di Camposecco. In discesa si guadagna il fondo della Val Loranco dove la difficoltà maggiore di questa tappa è l'attraversamento del torrente (si sta prevedendo di fare un ponte tibetano). Si inizia poi una salita che raggiunge il Rifugio Andolla.

Previous Track

Next Track

Top