(SI L23) Bivio Lago Santo Parmense (719-729-723) – Passo della Cisa

Lago Santo Parmense - Passo della Cisa Dal Rifugio Mariotti si costeggia la sponda sud del Lago Santo Parmense lungo il sentiero 723, che si è percorso in discesa nella tappa precedente; raggiunta la Pineta del Lago Santo si prosegue lungo il sentiero 729 che, superato il Lago Padre, raggiunge la conca dell’alta Val Braiola in cui si trova la Capanna Roberto Schiaffino o del Braiola. Seguendo in discesa il sentiero 727, in breve si raggiunge il bivio che ci permette di agganciare il 727A che si segue in salita fino alla Foce del Fosco. Aggirato in tal modo il Monte Orsaro si prosegue in discesa e poi in quota il sentiero 725 fino alla Bocchetta del Tavola da cui si guadagna ancora il sentiero 00 che ci permette di raggiungere le inattese praterie del Monte Tavola per poi scendere al Passo del Cirone. Da qui si procede lungo lo 00 fino alla destinazione di tappa: attraversata la provinciale SP 42 si asseconda il sentiero verso il Monte Borgognone che si aggira e, continuando per sterrata, si lambisce il Monte Beccaro per poi salire in vetta al Monte Fontanini. Procedendo verso nord-ovest si aggira il Groppo del Vescovo per poi risalire per prati sul Monte Valoria (punto di incontro con la Via Francigena) da cui, in breve, si raggiunge il Passo della Cisa.  Dal Passo su SP 62 verso Berceto si può raggiungere L’Ostello del Tugo (distanza 2,5km dislivello in salita 40m e in discesa 106). L’Ostello si può raggiungere anche dal Monte Valoria (distanza 2,7km, dislivello in salita 12m e in discesa 254m); questa soluzione rispetto alla prima consente di risparmiare una distanza di 1800m e dislivello sia in salita che in discesa di circa 65m. La tappa è all’interno del Parco Nazionale dell’Appenino Tosco-Emiliano fino a dopo il Monte Fontanini e poco prima del Groppo del Vescovo.

Previous Track

Next Track

Top