(SI Z20) Caserma Forestale Montarbu – Taquisara

Caserma Forestale Montarbu - Taquisara

Partenza dalla caserma della forestale di Montarbu, bellissimo posto che l'azienda Forestas mette a disposizione per pernottamento, prenotando qualche giorno prima presso la direzione competente di Lanusei. Il sito è bene attrezzato, e tra le altre cose si può fare rifornimento d'acqua. Si cammina su uno sterrato carrabile e dopo circa 800 metri si attraversa un cancello e si prosegue lungo un sentiero ben segnato fino ad avere la ferrovia alla nostra dx. Al momento il trenino verde che percorre quella tratta non è attivo per lavori di manutenzione sul ponte "su irtzioni" che si trova 800 metri più avanti. Il sentiero prosegue su una sterrata parallela alla ferrovia, in mezzo al bosco e dopo circa 2 km, sbuca in un largo spiazzo dove c'è un area picnic ed un pinnetto da restaurare. Più avanti, deviando a sx per circa 300 metri, c'è una bella sorgente " funtana de sa berda". Il sentiero prosegue in discesa, e con un paio di tornanti si arriva al fiume "Riu sa taula”, lo si attraversa nei pressi di una bella piscina naturale con una piccola cascata. Si prosegue in salita lungo il corso del fiume ricco di particolarità, tra cui una grande formazione calcarea a forma di testuggine. Dopo circa 1 km si arriva ad una altra area picnic, in località "Tuvu Nieddu" dove sgorga una ricca sorgente d'acqua. Si attraversa il fiume e si prosegue su una sterrata carrabile fino al bar ristorante, bellissima area attrezzata, non aperta tutto l'anno, nei pressi della quale si trova anche una fermata del trenino verde, chiamata "Stazione di Niala”. Il Sentiero Italia prosegue sulla sx in una salita ripida a tratti cementata. Sulla dx, a metà salita, deviando dal sentiero, c'è un opera di un famoso artista "Pinuccio Sciola" raffigurante 6 palle di calcare del diametro di 80 cm, anche qui c'è acqua ed area picnic. Rientrando sul percorso, sempre in mezzo al bosco, si arriva su un altopiano dove una sterrata carrabile ci porta, dopo circa 5 km, ad una zona archeologica di particolare interesse "is Tostoinus". Si possono ammirare un nuraghe ed una tomba dei giganti. Più avanti, attraversando un rio con un ponte in legno molto bello, si raggiunge un area picnic con acqua ed un pinnetto molto bene tenuto che in futuro si potrebbe adibire a bivacco. Uscendo da quest'area molto curata da Forestas inizia la salita per raggiungere la cresta. Qui il terreno montuoso ed arido rende il percorso particolarmente impegnativo durante l'estate. Dopo circa 4 km inizia la discesa verso il fine tappa lungo un sentiero ben pulito e molto panoramico, che costeggia tutta la vallata. Arrivati a Gairo Taquisara, piccolo e bellissimo borgo con 300 anime situato ai piedi di una vallata piena di lecci e abeti, è possibile pernottare presso hotel o B&B o rifocillarsi al bar. Tappa molto bella, non molto lunga, in mezzo ai boschi del "Tonneri di Ussasai-Seui", ombreggiata e ben fornita di sorgenti.

Previous Track

Next Track

Top